Comunicato stampa – Lvliang, Cina, 25 agosto 2019

La città di Barranquilla, nel nord della Colombia, è stata scelta per ospitare l’edizione 2020 del concorso. Ospitando la Spirits Selection, la Colombia vuole posizionarsi come piattaforma rum internazionale. Un’opportunità mediatica senza pari per tutti i rum caraibici. Come vuole la tradizione, la 20ª edizione di Spirits Selection, svoltasi a Luliang, in Cina, si è conclusa con una cerimonia di passaggio della bandiera, durante la quale la città ha ricevuto il simbolico calice della competizione. I giudici e gli organizzatori dello Spirits Selection sono stati invitati a cena dalla delegazione colombiana, un’occasione unica per scoprire i rum colombiani.

Per la quarta volta nella sua storia, lo Spirits Selection si svolgerà in America latina. Dopo il Brasile nel 2014, il Messico nel 2016, il Cile nel 2017, gli specialisti del settore si riuniranno nella città di Barranquilla, lungo la costa caraibica, per valutare i migliori spiritsdel mondo, dal 18 al 21 agosto 2020. Questa edizione ha lo scopo di evidenziare l’incredibile produzione di rum in America Latina.

“Barranquilla e la regione dei Caraibi sono luoghi dove vengono prodotti rum premiati a livello internazionale”, dice Martha Perez, Vice Presidente della città esperienza in Puerto de Oro. “Spirits Selection sarà l’occasione perfetta per far scoprire ai degustatori professionisti e ai dilettanti la ricca cultura e il patrimonio della regione.”, aggiunge. “Ogni volta che a Barranquilla si organizza un evento internazionale d’eccellenza come Spirits Selection, tutta la città, la sua gente e il programma cittadino, si focalizzano su di esso, mostrando ai suoi ospiti la più affettuosa ospitalità colombiana.”, conclude.

L’Aguardiente (nota anche come Guaro), il superalcolico più consumato in Colombia con 72 milioni di litri, è un distillato di canna da zucchero aromatizzato con l’anice molto consumato nel paese, sebbene la regione caraibica mostri una preferenza per i rum, il secondo superalcolico più consumato nel paese con 18 milioni di litri all’anno. Negli ultimi 10 anni si è assistito a un incremento nell’importazione dei superalcolici, il whisky è il terzo superalcolico più consumato (13,5 milioni di litri), seguito dalla tequila (1,8 milioni di litri), dalla vodka e dal gin (con poco meno di 900,000 litri).

Secondo l’OMS, i Colombiani bevono in media 6,2 litri di alcol puro all’anno, sebbene i due terzi del volume sia riservato alla birra: queste cifre sono fortemente aumentate negli ultimi 8 anni, e i Colombiani spendono oltre 262 USD ogni anno in bevande alcoliche. La Colombia è attualmente il quarto maggiore consumatore di bevande alcoliche in America Latina, subito dopo il Brasile.

“La Colombia sperimenta direttamente questo incremento del consumo e il modo in cui gli spirits sono consumati, aprendosi a una grande varietà di bevande alcoliche grazie agli sforzi dei rivenditori e degli importatori”, dice Baudouin Havaux, presidente del concorso.

Le comunità indigena del paese, così come gli agricoltori della zona, hanno mantenuto la tradizione di far fermentare e distillare le proprie bevande alcoliche, la maggior parte delle quali sono prodotte con  canna da zucchero. Ad esempio, il Chirrinchi è prodotto nel dipartimento di Guajira, mentre il Guarapo proviene dal Cundinamarca e dal Boyaca. Tutte queste bevande artigianali sono largamente consumate durante il carnevale o in occasione di altre feste regionali o nazionali.

Lo Spirits Selection by Concours Mondial de Bruxelles si svolgerà dal 18 al 21 agosto 2020, in parallelo con l’evento Sabor Barranquilla.